Dr.ssa Valentina Bounous

MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN GINECOLOGIA ED OSTETRICIA

Ospedale Mauriziano (TO)

VISITA IL LUNEDI’ ED IL GIOVEDI’ POMERIGGIO

GINECOLOGO PINEROLO TO BOUNOUS

VISITE GINECOLOGICHE

ECOGRAFIE OSTETRICHE

ECOGRAFIE GINECOLOGICHE

PAP TEST

HOME

QUERY: ginecologa pinerolo, visita ginecologica pinerolo

Quanto (e perché) sta calando la natalità in Italia

Nelle ultime settimane, dopo la pubblicazione degli ultimi dati Istat in materia di riduzione delle nascite, tanti media nazionali hanno affrontato il tema in maniera più o meno approfondita. In effetti la flessione della natalità che emerge dai dati è impressionante, e giunge alla fine di un decennio in cui il saldo è stato costantemente negativo, anche se con intensità variabile. Tuttavia, fra i media tradizionali pochi hanno cercato di approfondire la questione, e quasi tutti si sono limitati a riportare i dati così come ce li ha forniti l’Istat.

Ci siamo presi un po’ di tempo per cercare di trovare una risposta più completa sulle cause che hanno portato il numero di nuovi nati in Italia a 458 mila, record negativo dal 1861. Proviamo a portare due punti di vista diversi: oggi parleremo dei dati sulla natalità e dell’impatto avuto dai mutamenti culturali, mentre in un prossimo articolo ci concentreremo sulla crisi economica e i suoi effetti demografici.

Cosa è successo: un po’ di dati

Rispetto al 2008, in effetti, l’anno scorso sono nati circa 120 mila bambini in meno. Non si è trattato, quindi, di una diminuzione lenta e graduale, bensì di un crollo netto del 21%. A un primo, superficiale, sguardo, si potrebbe pensare che si tratti di un declino in atto ad un ritmo costante sin dall’apice del baby boom italiano nel 1965, anno in cui in Italia nacquero ben 1 milione di bambini. Non è così: all’epoca infatti iniziò un primo calo che fu piuttosto drastico, ma che si arrestò dopo circa 20 anni.

Dal 1987 in poi, infatti, la natalità si è stabilizzata intorno alle 550 mila nascite annue, ed è rimasta lì per più di due decenni. Con oscillazioni più o meno rilevanti come il picco del 1990 (quando una lieve ripresa aveva portato il numero di nascite nuovamente a 576 mila) e il “crollo” del 1995 (quando si toccò un minimo di 525 mila). Insomma, per 20 anni l’Italia ha avuto una natalità quasi costante.

Il trend più recente parte circa con l’inizio della crisi economica del 2008, anno in cui in Italia nascono circa 580 mila bambini (record positivo dal 1985). Ma da allora la cifra diminuisce rapidamente fino ai 458 mila del 2017.

Natalità e fertilità in Italia

Questo crollo, però, si riferisce esclusivamente al dato delle nascite. Se osserviamo invece l’andamento della fertilità (ossia il numero di figli per donna) notiamo sì un calo, ma meno accentuato e in lieve “ritardo”. Il motivo di questa discrepanza è principalmente uno: il tasso di fertilità viene calcolato solo sulle donne considerate in età fertile, e quindi appartenenti a una precisa coorte anagrafica. Il calo della natalità in questo caso si traduce più lentamente in una diminuzione del tasso di fertilità, perché c’è bisogno di aspettare almeno un parziale ricambio nella coorte d’età considerata.

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

Dr.ssa Valentina Bouonous Ginecologa Pinerolo. GINECOLOGIA ED OSTETRICIA. SERVIAMO PAZIENTI DEL PINEROLESE, SALUZZESE E TORINESE. PEROSA ARGENTINA

Count per Day

  • 50737Totale letture:
  • 79Letture odierne:
  • 128Letture di ieri:
  • 35016Totale visitatori:
  • 42Oggi:
  • 79Ieri:
  • 0Utenti attualmente in linea: