Visite di medicina dello sport agonistiche e non – dal 28 agosto

Visite di medicina dello sport agonistiche e non – dal 28 agosto

gestione No Comments

Riprendono le visite sportive agonistiche e non da lunedì 28 agosto

lunedi 28 agosto            –  visite non agonistiche

lunedì 4 settembre        –  visite non agonistiche

mercoledì 6 settembre – visite agonistiche e non

 

visita non agonistica:    25 €

visita agonistica :           40 €

Medici dello Sport

Dr. Marco Piseddu

Dr Gianluca Gottero

 

 

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

Serviamo pazienti del Pinerolese, Saluzzese e Torinese. Vigone, Cumiana e Val Pellice

ESAME DELL’UDITO GRATIS

gestione No Comments

NELLA GIORNATA CONTRO LA

SORDITA’

11 LUGLIO 2017

orl vigone

DALLE ORE 15,30

ALLE ORE 18,00

LO STUDIO SAN LAZZARO MEDICA METTE A DISPOSIZIONE QUESTO SERVIZIO CON LA COLLABORAZIONE DEL CENTRO ACUSTICO ITALIANO

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE  TEL 0121/030435

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

Serviamo pazienti del Pinerolese, Saluzzese e Torinese

Attivazione a settembre del servizio di stimolazione elettrica transcranica a corrente continua TDCS

gestione No Comments

TDCS stimolazione elettrica transcranica a corrente continua

stimolazione elettrica transcranica pinerolo

A partire dal mese di settembre, sarà attivato il servizio di stimolazione elettrica transcranica a corrente continua sotto la supervisione del Dr Enrico Cavallo Medico Neurologo e della Dr.ssa Elena Peila ricercatrice  presso il dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino.

Ambiti di applicazione in neurologia:

Neuroriabilitazione motoria

Neruroriabilitazione delle afasie e di problemi della deglutizione

Neuroriabilitazione di deficit cognitivi da ictus, demenze e traumi cranici

Ambiti di appplicazione in psichiatria:

Terapia della depressione

Terapia dello ludopatia

Terapia della dipendenza da cocaina

Ambiti di applicazione nello sport:

potenziamento skills nella pratica sportiva agonistica

HOME

Un po’ di corrente per dare una “scossa” alla depressione La Stampa 12/03/12

gestione No Comments

Un po’ di corrente per dare una “scossa” alla depressione

La stimolazione del cervello con una debole corrente sembra essere un sistema efficace e sicuro per combattere le depressione
tdcs torino san lazzaro medica

Utilizzando degli stimoli con una lieve corrente si possono trattare i sintomi della depressione, utilizzando la stimolazione elettrica transcranica

Pubblicato il 12/03/2012
Ultima modifica il 12/03/2012 alle ore 06:49

La lotta alla depressione – il male del secolo – così come la sua progressione, è inarrestabile. In alternativa all’uso degli psicofarmaci che, se da un lato possono essere efficaci ma dall’altro non sono esenti da effetti collaterali – in alcuni casi anche gravi – ecco che gli scienziati cercano delle alternative efficaci e non invasive.

Così, un team di ricercatori australiani dell’University of New South Wales (UNSW) e del Black Dog Institute hanno condotto uno dei più grandi e importanti studi sugli effetti della Stimolazione Transcranica in Corrente Diretta (tDCS) nelle persone affette da depressione e disturbi mentali.
La tDCS è una forma di trattamento non invasivo, sicuro, che agisce sul cervello. Funziona facendo passare una debole corrente elettrica depolarizzante nella parte anteriore del cervello, per mezzo di elettrodi posti sul cuoio capelluto.

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sul British Journal of Psychiatry (BJP) e mostrano come nelle persone trattate con la tDCS vi fosse un netto miglioramento dei sintomi depressivi. I partecipanti allo studio erano in totale 64, poi suddivisi a caso in due gruppi atti a ricevere rispettivamente un trattamento reale di tDCS per 20 minuti al giorno, o un trattamento finto di tDCS, sempre per 20 minuti al giorno. Il tutto per un totale di 6 settimane.
Tutti i volontari erano persone affette da depressione che non avevano risposto alle terapie tradizionali o farmacologiche.
«La maggior parte delle persone che hanno partecipato a questo studio avevano provato almeno altri due trattamenti antidepressivi senza ottenere alcunché – sottolinea la professoressa Colleen Loo nel comunicato UNSW – Quindi i risultati sono molto più significativi di quanto possa apparire inizialmente – non abbiamo avuto a che fare con persone facili da trattare».

Durante il trattamento con la tDCS i pazienti sono coscienti e vigili, per cui possono rendersi conto di quanto accade. E, secondo quanto emerso dallo studio, più ci si sottopone al trattamento più si ottengono risultati, anche duraturi nel tempo. Per esempio, al termine delle 6 settimane di studio, i benefici erano migliori che non a 3 settimane. Se poi si aggiunge la possibilità di partecipare a sessioni di mantenimento settimanali i benefici si prolungano nel tempo: in questo caso, si sono accertate assenze di ricadute nei tre mesi successivi per l’85 percento dei pazienti trattati.
Tra i vari benefici accertati durante lo studio c’erano dei miglioramenti sia mentali che fisici nelle persone del gruppo trattato con la vera tDCS, rispetto al gruppo di controllo.
Nello specifico, si è notato un miglioramento nell’attenzione e nell’elaborazione delle informazioni.
«Un partecipante con un annoso problema di lettura ha detto la sua lettura è migliorata dopo il processo, e gli altri hanno commentato che erano in grado di pensare più chiaramente», fa notare Loo. A livello fisico, un altro paziente, per esempio, ha riferito che durante il processo era scomparso un persistente dolore cronico al collo.

«Siamo entusiasti di questi risultati. Questa è il più grande studio randomizzato e controllato della stimolazione transcranica in corrente continua mai realizzato e, mentre i risultati devono essere replicati, confermano precedenti relazioni riguardo i significativi effetti antidepressivi», conclude la professoressa Loo.
[lm&sdp]

Foto: ©photoxpress.com

VISITA SPORTIVA NON AGONISTICA PER ESTATE RAGAZZI 25€

gestione No Comments

PRENOTA LA VISITA PER ESTATE RAGAZZI COL NOSTRO MEDICO DELLO SPORT

ESTATE RAGAZZI PINEROLO

IL MERCOLEDI’ POMERIGGIO SU APPUNTAMENTO DALLE 17 ALLE 19

IL LUNEDI’ POMERIGGIO SU APPUNTAMENTO DALLE 17 ALLE 190

LA VISITA NON AGONISTICA E’ VALIDA PER TUTTI GLI SPORT

VISITA MEDICA

SPIROMETRIA

ECG A RIPOSO

MEDICO DELLO SPORT: DR GIANLUCA GOTTERO

DR MARCO PISEDDU

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

SERVIAMO PAZIENTI DEL PINEROLESE, SALUZZESE E TORINESE. CUMIANA, VIGONE, LUSERNA, SALUZZO, TORINO

ECOGRAFIA MUSCOLO TENDINEA 60€

gestione No Comments

ESAME ECOTOMOGRAFICO MUSCOLO TENDINEO

ECOGRAFIA MUSCOLO TENDINEA SCALENGHE TO

L’ecografia muscolo tendinea o articolare è una metodica diagnostica non invasiva che utilizza gli ultrasuoni, onde sonore ad alta frequenza, per “vedere” le strutture articolari, i fasci muscolari, i tendini del corpo ed eventuali loro alterazioni. Sulla pelle del paziente, in corrispondenza dell’articolazione interessata, viene applicato del gel al fine di migliorare il contatto con la sonda che invia gli ultrasuoni all’apparecchio. L’ecografia muscolo tendinea è indolore, ma se viene effettuato su una zona infiammata, la sensazione di dolore può essere leggermente più intensa.

DR ADRIANO PRIOLA, SANDRO PRIOLA, DR CLAUDIO SENA

uali sono nello specifico le ecografie muscolo tendinee (articolari)?

– Ecografia AVAMBRACCIO – Ecografia DITO Ecografia POLPACCIO
– Ecografia AVAMPIEDE – Ecografia GAMBA Ecografia POLSO
– Ecografia BICIPITE Ecografia GINOCCHIO – Ecografia QUADRICIPITE
– Ecografia BRACCIO Ecografia GOMITO – Ecografia SCAPOLO OMERALE
– Ecografia CAPSULA ARTICOLARE Ecografia INGUINALE Ecografia SPALLA
Ecografia CAVIGLIA – Ecografia LEGAMENTO – Ecografia TENDINE
– Ecografia COSCIA Ecografia MANO – Ecografia TIBIOTARSICA
– Ecografia COXO FEMORALE Ecografia PIEDE – Ecografia TRICIPITE
– Ecografia CUFFIA DEI ROTATORI

COSTO: 60€

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

SERVIAMO PAZIENTI DEL PINEROLESE, SALUZZESE E TORINESE, VIOGNE, PIOSSASCO, SALUZZO

Tutti a dieta per perdere una taglia prima dell’estate. Ma senza dimenticare lo sport

gestione No Comments

Tutti a dieta per perdere una taglia prima dell'estate. Ma senza dimenticare lo sport

Il segreto per perdere in fretta qualche chiletto di troppo, senza rischi? Attività fisica regolare e una corretta ed equilibrata alimentazione, con qualche accorgimento

di MARTA MUSSO

SI AVVICINA sempre di più l’incombente incubo della “prova costume”. Come fare a perdere quei chiletti di troppo che ci portiamo dietro dopo l’inverno? Il tempo stringe e perdere peso velocemente comporta qualche sacrificio. O, più precisamente, fatica. A differenza di come siamo abituati a pensare, infatti, ciò che ci fa perdere peso più velocemente non è tanto la dieta, quanto svolgere un’attività fisica regolare. “L’attività fisica ha la priorità sull’alimentazione”, assicura Lorenza Caregaro Negrin, segretario generale Adi (Associazione italiana di dietettica e nutrizione clinica) e direttore dell’U.O.C. di Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Università di Padova. “Tutti dovremmo muoverci un po’ di più ogni giorno, imparando a mantenere uno stile di vita attivo: l’attività fisica non aiuta solamente a dimagrire, ma previene malattie gravi come l’obesità, il diabete, le patologie cardiovascolari e alcuni tipi di tumore, e tiene lontani stress e ansia”.

Bici e passeggiate. Approfittiamo, quindi, della bella stagione per fare attività fisica all’aperto, come la corsa, la bicicletta o lunghe passeggiate. L’importante è farla regolarmente, magari per un’oretta al giorno a più riprese. “Tanto più – aggiunge l’esperta – che se facciamo attività fisica possiamo anche permetterci qualche golosità in più, evitando diete particolarmente restrittive”.

L’alimentazione. Secondo l’esperta, per accelerare i tempi bisogna scegliere una dieta corretta ed equilibrata, con qualche piccolo accorgimento: aumentare leggermente la quantità di proteine e ridurre invece un po’ i carboidrati, come pasta e pane. “La più facile da seguire, per le nostre abitudini, è la dieta mediterranea, dove non mancano cereali, frutta, verdura, legumi, pesce e tutti gli alimenti che fanno parte della nostra tradizione – continua Caregaro – . Un modello, questo, che va adeguato allo scopo di perdere peso: bisogna così limitare le porzioni, facendo attenzione che siano proporzionate alla persona, tenendo quindi in considerazione l’età, il peso e la corporatura”. Per velocizzare i tempi, quindi, si può seguire una dieta caratterizzata da un leggero aumento della quota proteica, in cui pesce e carni magre producono non solo un certo effetto sul metabolismo (consumiamo più calorie per metabolizzare le proteine), ma danno anche un senso di sazietà, più dei carboidrati.

A ogni corpo la sua dieta. Seguire una particolare dieta sperando di perdere chili velocemente non è in generale nocivo per la nostra salute, l’importante è che sia equilibrata. Questo discorso, però, vale in linea di massima per le persone che sono in buona salute e che non soffrono di particolari patologie. Invece, per persone che hanno precise necessità alimentari, come i diabetici o gli obesi, è altamente consigliato di rivolgersi a un medico specializzato, un dietologo, per seguire una dieta sicura, personalizzata e fare così un vero e proprio ‘percorso’ per migliorare stabilmente abitudini alimentari stile di vita. Stesso discorso vale per le diverse fasce d’età: gli anziani, gli adolescenti o le donne in menopausa, necessitano di diete specifiche. “La cosa pericolosa per gli anziani, per esempio, è che perdendo peso perdono anche massa muscolare (quindi forza e autonomia) difficilmente recuperabile alla loro età, a differenza dei giovani. Per le donne in menopausa che vogliono perdere peso velocemente, invece, particolare attenzione va rivolta ad assicurare un adeguato apporto di calcio, continua l’esperta.

Attivi tutto l’anno. Il vero pericolo al termine di una dieta è quello di riprendere i chili persi. Secondo l’esperta, però, basterebbe continuare a fare attività fisica per mantenere il peso giusto e il nostro corpo in buona salute. “Chi fa attività fisica regolare avrà più probabilità di mantenere il peso giusto. Per fortuna non è poi così difficile: molte persone che cominciano a fare esercizio fisico, magari anche svogliatamente, con il tempo sentono il bisogno e la necessità di continuare a farlo. Diventa, quindi, con il tempo un vera e propria abitudine di cui non si potrà più fare a meno. L’importante quindi è iniziare”.

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

serviamo pazienti del Pinerolese, Saluzzese e Torinese, Vigone e Cercenasco

Tumore al testicolo: colpisce soprattutto i giovani. Casi in aumento del 30% entro il 2025

gestione No Comments

Pubblicato il 15/05/2017
Ultima modifica il 15/05/2017 alle ore 15:08

È il tumore più diffuso tra i giovani uomini tra 15 e 35 anni ed è sempre più frequente, al punto che da qui al 2025 è previsto un aumento del 30% delle diagnosi. Il tumore ai testicoli registra ogni anno 5.000 nuovi casi ogni anno in Italia. Ma sapersi monitorare nel modo giusto aiuta a scoprirlo e curarlo per tempo. A fare il punto oggi è il seminario «La salute andrologica: corretta informazione, efficace prevenzione e diagnosi precoce», promosso dal Policlinico Umberto I Università La Sapienza di Roma.

 

«Malattia maligna più diffusa tra 15 e 50enni, con un picco di incidenza in piena età riproduttiva che cresce e metastatizza velocemente. L’Italia è tra paesi in fascia di rischio medio alta, con 10 casi per 100mila persone ogni anno. Con un 12% di aumento negli ultimi anni e un 30% di incremento stimato entro il 2025», spiega Andrea Isidori, professore associato di Andrologia presso l’Università la Sapienza e membro del direttivo della European Academy of Andrology.

 

Tra le cause più frequenti, il criptorchidismo (mancata discesa del testicolo nello scroto alla nascita) e sindromi genetiche come Klinefelter. «È però uno dei tumori come maggiore probabilità di completa guarigione: la sopravvivenza a 10 anni supera il 90%», ricorda Andrea Lenzi, direttore U.O.C. Endocrinologia e Andrologia del Policlinico e presidente della Società Italiana di Endocrinologia (Sie).

 

«Fondamentale – prosegue – è l’autopalpazione testicolare, una semplice manovra preventiva per scovare precocemente anomalie. Se non si sente dolore e il testicolo è liscio e compatto, va tutto bene».

 

Un aiuto inoltre arriva da percorsi integrati per la gestione del paziente, come la TestisUnit dell’Umberto I, di cui fanno parte diversi specialisti.

 

«L’approccio multidisciplinare – sottolinea Lenzi – assicura accesso tempestivo a nuove terapie, maggiore aderenza alle linee guida, ma anche migliore presa in carico del paziente e valutazione dei risultati».

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

Serviamo pazienti del Pinerolese, Saluzzese e Torinese, Vigone (TO)

RINNOVO PATENTE 50€

gestione No Comments

RINNOVO PATENTE

PINEROLO

Visita: 50 €

( 50 € visita medica + bollettino numero 4028 da 16 € + bollettino numero  9001 da 10,20 €)

Prenotare presso Poliambulatorio San Lazzaro Medica

Tel 0121/030435 ViaBignone 38/A  PINEROLO

RinnovoPatenti

Prenotare portando:

Una fotografia formato tessera

Tessera Sanitaria o Codice Fiscale

Patente

 

HOME

POLIAMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO SAN LAZZARO MEDICA

VIA ETTORE BIGNONE 38/A
PINEROLO, ITALIA 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@gmail.com

Serviamo pazienti del Pinerolese, Saluzzese e torinese, Airasca, Cercenasco

Asma, il 70% dei pazienti non rispetta le terapie. Check-up gratuiti in tutta Italia

gestione No Comments

Dal 5 al 9 giugno incontri per aumentare la consapevolezza. Circa 7 pazienti su 10 non rispettano le terapie. Un numero verde per prenotarsi

di VIOLA RITA

SOLO il 32% delle persone con asma rispetta la terapia farmacologica. E circa la metà dei pazienti assume i farmaci soltanto quando ha un attacco d’asma, mentre più di una persona su dieci non utilizza alcun farmaco. Questi dati sono emersi da un’indagine realizzata da Gfk Eurisko, in collaborazione con Humanitas University ed AstraZeneca. La consapevolezza è fondamentale per riequilibrare questi numeri: in quest’ottica, dal 5 al 9 Giugno arriva in Italia Control’Asma week, una settimana di consulenze gratuite dedicate a tutte le persone che hanno già una diagnosi di asma.

La mancata aderenza alla terapia. Secondo l’indagine Gfk Eurisko “I sofferenti d’asma”, ben un paziente su quattro con asma severa ne sottostima la gravità e, al contrario, uno su quattro con asma lieve la sovrastima. Inoltre, in un caso su tre la qualità della vita risulta compromessa, soprattutto nella sfera lavorativa e della vita quotidiana. Un dato positivo riguarda il fatto che quasi l’88% dei pazienti effettua un trattamento; tuttavia la metà di loro a volte non prende i farmaci, li sospende o ne cambia il dosaggio prescritto: insomma, viene a mancare l’aderenza alla terapia, ovvero la collaborazione del paziente nel seguire le prescrizioni mediche. Ma perché? Un paziente su tre dichiara che questo è dovuto al fatto che si sente meglio e non ritiene di avere bisogno del farmaco in quel momento. Ma l’elemento preoccupante è che l’aderenza alla terapia non aumenta al crescere della gravità dell’asma. Anche le tecnologie digitali possono essere d’aiuto: la metà dei pazienti intervistati indica di sentirsi supportato o monitorato da sistemi di avviso, come promemoria oppure app sul cellulare: un dato, questo delle app, confermato dalle Linee Guida GINA (Global Initiative for Asthma).

Il controllo è fondamentale. L’asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree che colpisce circa 3 milioni di italiani e 300 milioni di persone al mondo. A causarla un mix di fattori genetici ed ambientali, di cui ancora non si conoscono tutti i particolari. Fra i sintomi, tosse, mancanza di respiro, sibili, costrizione toracica. Talvolta possono manifestarsi tipici attacchi che regrediscono spontaneamente o con farmaci. Se non controllata, la patologia può avere conseguenze gravi. Il controllo è basato sulla revisione periodica della risposta, sulla valutazione e sull’aggiustamento del trattamento. “Un buon controllo della patologia può consentire di condurre una vita senza sintomi – ha spiegato Francesco Blasi, ordinario di Malattie Respiratorie all’Università degli Studi di Milano e presidente della Società italiana di Pneumologia – riducendo al minimo il rischio di pericolose riacutizzazioni”.

Come avere un consulto gratuito. Durante CONTROL’ASMA week, dal 5 al 9 giugno, in varie città italiane sono previsti consulti gratuiti e senza necessità di impegnativa del medico, dedicati a tutte le persone che hanno una diagnosi di asma. Per ottenere un appuntamento nel centro specialistico più vicino, è necessario telefonare al numero verde 800628989, attivo dal 15 maggio 2017, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Gli esperti ricordano di non rivolgersi direttamente ai centri aderenti, ma di telefonare prima al numero verde sopraindicato. Il numero di posti disponibili è limitato (circa 40 per ogni centro aderente), dato che reso possibile grazie all’opera volontaria degli specialisti: pertanto è opportuno fissare l’appuntamento quanto prima. Inoltre, il calendario delle consulenze segue uno schema ben preciso, con orari fissi dal 5 al 9 giugno.

L’evento CONTROL’ASMA week

è promosso da FederASMAeALLERGIE Onlus – Federazione Italiana Pazienti, con il patrocinio della Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC) e della Società Italiana di Pneumologia (SIP/IRS), insieme al supporto non condizionato di AstraZeneca.

HOME

Count per Day

  • 32708Totale letture:
  • 26Letture odierne:
  • 41Letture di ieri:
  • 23830Totale visitatori:
  • 18Oggi:
  • 34Ieri:
  • 1Utenti attualmente in linea: