Lettera al Ministero della salute. I Diabetologi:«Si reinvesta in prevenzione»

Merendine, bibite zuccherate, snack dolci. Gli effetti degli zuccheri aggiunti sul rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, la principale causa di morte in Europa, sono mediati dal sovrappeso e dall’obesità che essi inducono. I chili di troppo, infatti, sono i principali fattori di rischio per diabete di tipo 2 e altre malattie non trasmissibili.

 

E i dati del sistema di sorveglianza «Okkio alla Salute» promosso dal Ministero della Salute rivelano che un bambino italiano su 10 sotto i dieci anni d’età (scuola primaria) è obeso, mentre il 21 per cento è in sovrappeso, con un importante gradiente nord-sud. Gli zuccheri, come sostiene l’American Heart Association, «contribuiscono a un’alimentazione ad alto contenuto calorico ma povera di nutrienti e aumentano il rischio di sviluppate obesità, malattie cardiovascolari, ipertensione, tumori associati all’obesità e carie dentali».

 

LA LETTERA APERTA AL MINISTERO

Che fare? In alcuni paesi, come il Regno Unito, la sugar tax esiste già. E anche nel nostro paese da tempo si discute a proposito dell’introduzione di una tassa sullo zucchero per disincentivare i cittadini all’acquisto e incentivare l’industria alimentare ad abbassare il contenuto di zucchero dei propri prodotti, in primo luogo le bibite zuccherate, e in generale sollecitare un maggior utilizzo di certi ingredienti a discapito di altri.

 

Per sollecitare una sua pronta introduzione anche nel nostro paese, è partita una campagna, una lettera aperta al Ministero della Salute, promossa dal Fatto Alimentare, che ha già ottenuto l’adesione della società Italiana Diabetologia (SID),l’Associazione nazionale dietisti ( ANDID), la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), l’European Childhood Obesity Group (ECOG) e Slow Medicine.

 

BEVETE ACQUA

Di pari passo con l’«epidemia» di sovrappeso, avanza anche quella del diabete, la cui incidenza è in crescita e, nel nostro Paese, sarebbero circa 4 milioni gli italiani colpiti. Nella fascia d’età tra i 45 e i 64 anni, i soggetti affetti da diabete di tipo 2 e obesità sono il 12 per cento, ma si arriva addirittura al 30,1 per cento tra gli over 75.

 

«Diventa dunque impossibile per una Società scientifica che si occupa di diabete non allargare il campo d’azione e di allerta anche al fenomeno obesità perché queste due pandemie sono, come visto, strettamente interconnesse una con l’altra. La prevenzione poi rappresenta una priorità assoluta per la SID» afferma il professor Francesco Purrello, presidente della Società Italiana di Diabetologia (SID) che aveva già annunciato questa decisa presa di posizione al congresso europeo di diabetologia svoltosi a Berlino. In quell’occasione, durante un dibattito sugli interventi più efficaci per convincere tutti ad abbandonare certi pericolosi stili di vita, tra cui il consumo di bevande zuccherate, il messaggio era stato chiaro: «Bevete acqua», aveva detto Neil Poulter, professore di medicina cardiovascolare preventiva dell’Imperial College di Londra.

 

REINVESTIRE IN PREVENZIONE GLOBALE

Ecco, la lettera aperta al Ministero della Salute «rappresenta un esempio concreto di questa volontà di voltare pagina, verso uno stile di vita più salutare – dice Purrello – Ma perché la Sugar Tax abbia successo è necessaria inserirla e integrarla in un contesto più ampio di iniziative che investano i vari campi della prevenzione, dall’alimentazione sana ed equilibrata, alla lotta alla sedentarietà, alla promozione dell’attività fisica».

 

E prestare attenzione, dicono i diabetologi, alle fasce più vulnerabili: i bambini e le classi sociali economicamente svantaggiate. L’appello dei diabetologi riguarda anche l’utilizzo dei proventi derivanti dalla tassa: «vengano reinvestiti in misure di prevenzione».

HOME

PUNTO PRELIEVI CONVENZIONATO ASL TUTTI I GIOVEDI’ DALLE 730 ALLE 10 LIBERO ACCESSO.

ESENTI, PAGANTI TICKET E PRIVATI

I commenti sono chiusi.

Count per Day

  • 28096Totale letture:
  • 32Letture odierne:
  • 45Letture di ieri:
  • 20697Totale visitatori:
  • 23Oggi:
  • 41Ieri:
  • 0Utenti attualmente in linea: